Vendemmia 2010

Da un punto di vista strettamente meteorologico il 2010 ha presentato condizioni climatiche difficili con situazioni alterne: le temperature si sono stabilizzate spesso sotto le medie dei periodi di riferimento degli anni più recenti. A un inverno degno di questo nome, che ha riportato in Chianti temperature vicine allo zero, ha fatto seguito una primavera fresca e piovosa, con temperature che hanno faticato un po’ a rialzarsi, causando un rallentamento dello sviluppo vegetativo e una fioritura tardiva.

Il caldo di fine giugno – inizio luglio ha permesso di riequilibrare le fasi fenologiche della vite anche se la maturazione del frutto è continuata più lentamente nei mesi di agosto e settembre, anch’essi sotto le medie stagionali.

All’epoca di vendemmia l’uva si è presentata in buone condizioni, grazie anche a un’attenta cura delle vigne da parte dei produttori che hanno saputo contrastare l’eccessivo sviluppo vegetativo di inizio estate e le condizioni favorevoli allo sviluppo delle principali malattie funginee.