N.10 - marzo 2016

Innovativi per tradizione

Il Gallo Nero rinnova la propria immagine online come primo passo della nuova strategia di Web Marketing

CC-immagine-sito

Mi piacerebbe poter dire che sviluppiamo piani di Web Marketing fin dal lontano 1716.
Che la nostra agenzia vanta più di 300 anni di esperienza digitale. Ma anche il più distratto dei lettori mi farebbe notare che il
world wide web è un neonato e così io non potrei che arrossire.

C’è qualcuno però che può vantarsi davvero di 3 secoli di esperienza e in ambito enoico è probabilmente l’unico: il Chianti Classico.

Un territorio prima, un gruppo di pionieri poi e più recentemente un Consorzio che in tanti anni di storia ha dovuto e saputo evolvere
e cambiare, pur mantenendo una forte continuità con la propria tradizione.
Quello che abbiamo cercato di fare con il restyling del sito chianticlassico.com è stato aderire a questo spirito tradizionalmente innovativo Un nuovo modo di navigare in internet.
Una nuova tipologia di consumatore.
Un nuovo tipo di viaggatore.

Quando ci siamo seduti intorno a un tavolo, insieme al reparto Marketing del Consorzio, il primo concetto a cui abbiamo pensato è stato proprio il cambiamento funzionale al nuovo tipo di utente, con la sfida di non snaturare l’identità del Gallo Nero.
Ci siamo muniti di rotoli di carta, pennarelli e chilometri di nastro adesivo per tracciare obiettivi, target e processi.
Abbiamo ripensato il sito web in modo da rivolgerci sia agli esperti di settore (addetti ai lavori, giornalisti, produttori locali, etc.) che ai semplici appassionati, come viaggiatori e consumatori.

Oggi, con il pubblico di Internet che si amplia costantemente e si connette al sito da oltre 120 Paesi in tutto il mondo, abbiamo sintonizzato la comunicazione del Chianti Classico su livelli e canali diversi e più specifici.
Siamo partiti dalla riorganizzazione dell’architettura e del processo di navigazione e ci abbiamo cucito sopra un nuovo vestito su misura: una grafica contemporanea e userfriendly;
un design responsivo, ottimizzato per la navigazione tramite tablet e smartphone;
un impatto emozionale forte e tanti dettagli rivolti alle esigenze degli utenti.

Il sito è in continua evoluzione: dopo aver rilasciato la “Fase 1” del progetto in occasione della Chianti Classico Collection 2016, in queste settimane vedranno la luce le sezioni dedicate alle aziende produttrici, alla stampa e alla versione digitale del magazine.
Inoltre stiamo riscrivendo interamente i contenuti insieme all’ufficio stampa interno al Consorzio e a una squadra di addetti del settore, per rendere l’esperienza online possibile.
Il sito web deve rappresentare un primo assaggio virtuale della magnifica esperienza che si concluderà (o ricomincerà) in un calice di vino.

Se penso a come sarà la Rete nel 2316, il solo pensiero mi affascina, ma non ho la risposta.
Quello che so è che il sito del Chianti Classico cambierà ancora e ancora tante volte nei prossimi 300 anni. L’importante sarà continuare ad ascoltare e a mettere al centro del progetto le persone:
creare un’esperienza online studiata sull’utente di oggi ma già proiettata al navigatore del futuro.

UN NUOVO MODO DI NAVIGARE IN INTERNET.
UNA NUOVA TIPOLOGIA DI CONSUMATORE.
UN NUOVO TIPO DI VIAGGATORE.