N.14 - luglio 2017

EAT – EUROPEAN ART OF TASTE: IL NUOVO PROGETTO EUROPEO DI CHIANTI CLASSICO

Il 12 giugno si è svolto a Dusseldorf, in Germania, il primo evento EAT, European Art of Taste, un progetto europeo volto alla valorizzazione di quattro prodotti d’eccellenza toscani: l’Olio Chianti Classico DOP, il Prosciutto Toscano DOP, il Pecorino Toscano DOP e il Vino Chianti Classico DOCG.

La campagna d’informazione di cui l’evento fa parte prevedrà, nei prossimi anni, non solo questo, ma molte altre azioni sul territorio italiano e sugli altri due paesi scelti: la Germania e l’Inghilterra.
Proprio durante la manifestazione di Düsseldorf i più di 300 partecipanti (importatori, ristoratori, operatori GDO, operatori canale Ho.Re.Ca, giornalisti, consumatori finali, opinion leaders, foodies, wine lovers) hanno potuto avere un assaggio di quelle che saranno le azioni che caratterizzeranno tutti gli eventi del progetto: seminari di degustazione guidate dei prodotti, workshop grand tasting e consumer tasting.

I seminari di degustazione guidata sono rivolti, in particolare, agli operatori del settore come importatori, ristoratori, operatori di GDO e operatori del canale Ho.Re.Ca..
In questa occasione è stato organizzato un seminario di degustazione dove al Pecorino Toscano DOP e al Prosciutto Toscano DOP sono stati abbinati alcuni vini Chianti Classico: il seminario è stato guidato da Justin Leone, sommelier del Tantris di Monaco.
Nella stessa giornata sono stati realizzati altri due seminari, uno per spiegare le caratteristiche dell’Olio DOP Chianti Classico, a cura di Fiammetta Nizzi Grifi e della giornalista di Meininger Veronika Crecelius, l’altro sulle varie tipologie del Chianti Classico sempre a cura di Justin Leone.

Nell’ambito del progetto EAT, il grand tasting, rivolto agli operatori del settore e alla stampa specializzata, prevede sia la degustazione dei prodotti delle aziende presenti, sia un percorso d’informazione sui prodotti stessi, con un focus particolare sulle loro caratteristiche organolettiche, la loro storia, cultura e tradizione.
Mentre i consumer tasting, rivolti al consumatore finale, agli opinion leader, ai foodies e ai wine lovers, vengono realizzati, nella modalità di presentazione dei prodotti come aperitivo o apericena, all’interno di locali selezionati in base alla tipologia di clientela e alla qualità del servizio offerto.
In questo ambito, oltre alla degustazione dei prodotti, è possibile distribuire materiale informativo sui prodotti DOP e IGP italiani.
Mentre i consumer tasting, rivolti al consumatore fi nale, agli opi-nion leader, ai foodies e ai wine lovers, prevedono degustazioni, durante l’aperitivo, dei prodotti all’interno di locali selezionati tra i più frequentati in ogni città scelta.
Oltre alla degustazione dei prodotti, sarà possibile anche fare informazione sui prodotti DOP e IGP italiani.

Ma non solo, oltre a quelle già citate, molte altre sono le azioni previste dal progetto, presentato ai sensi del regolamento 1144/2014 per la promozione dei prodotti agricoli, della durata di tre anni.
Verrà prodotta una brochure, da distribuire durante gli eventi stessi, che conterrà tutte le informazioni utili a proposito dei prodotti DOP e IGP in generale, e in particolare di quelli compresi nel progetto, con materiale fotografico, schede tecniche, mappe e ricette da preparare con i prodotti stessi.
Verranno messe in atto attività di PR nei confronti dei target di riferimento, che siano questi lavoratori e specialisti del settore, giornalisti, consumatori e foodies o wine lovers, per far crescere la conoscenza e la consapevolezza a proposito dei prodotti inclusi nel progetto.

È infine prevista un’intensa attività di incoming per la stampa specializzata selezionata, che verrà invitata ad approfondire sul territorio, con visite guidate alle filiere di produzione, la conoscenza dei prodotti a Denominazione d’Origine europei.
EAT parteciperà inoltre a fiere del settore, in particolare alle edizioni 2017 e 2019 di ANUGA, fiera leader del settore Food&Beverage che si svolge a Colonia.

Per concludere, tutte le attività offline verranno affiancate ad un’intensa attività social, in particolare Facebook, Instagram e Twitter.