Scroll

Dal 01 luglio 2022

Al 30 settembre 2022

08.00-18.00

Camilla Falsini   

per   A (rt) message in a (Chianti Classico) bottle

 

L’opera: omaggio al Granduca Cosimo III dé Medici, autore nel 1716 del Bando Sopra la Dichiarazione dé Confini delle quattro Regioni Chianti, Pomino, Carmignano, e Val d’Arno di Sopra, che delimitava per la prima volta i confini del territorio di produzione del Vino Chianti Classico per identificarlo come terra capace di produrre vini di pregio.

Titolo: Cosimo

Anno: 2022

Tecnica: Pittura su legno

Collocazione: Casa del Chianti Classico, Radda in Chianti

Biografia:

Camilla Falsini è una delle più importanti illustratrici italiane, il suo lavoro è caratterizzato da linee nette, forme stilizzate e minimali, colori forti e va dall’illustrazione editoriale alle grandi pitture murali, da oggetti di design a libri. Le sue opere murali in esterno si trovano a Roma, Torino, Palermo, Padova, Bormio, Milano, Brescia, Monza, Ravenna, Bologna, in Toscana e in Molise, aItri nelle Marche, in Basilicata, Calcata e Viterbo. Nel 2020 ha vinto il concorso “Piazze Aperte” nell’ambito del progetto CLEAR – City LivEAbility by Redesign, per la rigenerazione attraverso interventi di urbanistica tattica di due piazze milanesi. Autrice di una delle illustrazioni del libro “100 Gianni Rodari” pubblicato da Einaudi nel 2020 per i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari.

 

La mostra.
7 bottiglie di 4 metri diffuse in 7 diversi borghi del Chianti. Una mostra diffusa nel territorio come vetrina ad altrettante opere da scoprire nelle cantine del Gallo Nero e tra i comuni del territorio.
Inizia il viaggio e cerca le bottiglie a San Casciano V.PSan DonatoGreveRaddaCastellinaGaioleCastelnuovo Berardenga.
Gli artisti, coinvolti dal Consorzio con l’ausilio dei giovani curatori Davide Sarchioni, Fiammetta Poggi e Isacco Praxolu, formano una compagine variegata tra giovani in forte ascesa e firme già consolidate, interpreti di linguaggi e mezzi espressivi innovativi e di grande attualità. In particolare hanno prestato la loro opera: Camilla Falsini, Clet, Eliseo Sonnino, Francesco Bruni, Numero Cromatico, Thomas Lange