Scroll

Dal 01 luglio 2022

Al 30 settembre 2022

08.00-18.00

Francesco Bruni

per   A (rt) message in a (Chianti Classico) bottle

 

L’opera: la bottiglia di vino, simbolo in questa area di una produzione che nei secoli ha generato benessere sociale e ambientale, sviluppo e resilienza, è reinterpretata da Bruni come pilastro del territorio del Chianti Classico.

Titolo: Pilastro

Anno: 2022

Tecnica: mista su legno

Collocazione: partenza Eroica, Gaiole in Chianti

Biografia: Partecipa negli anni a numerose mostre collettive e fiere d’arte come St’Art -Straburgo, Art Rotterdam, Europ’Art – Ginevra, Lineart – Gent, Artè Nim – Nimes e Art Paris. A Berlino presenta tre mostre personali a cura di Gabriele Stroh. Diverse le personali e le commisioni sul terrirorio toscano da parte di Pitti Immagine Uomo e Consorzio del Gallo Nero. Tra le mostre italiane si segnala: “Senzatitolo”, Palazzo Pretorio a San Donato in Poggio (FI); “Riluce”, Fondazione La Rocca di Staggia; Personale presso Galleria del Palazzo, Enrico Coveri, Firenze. L’artista sperimenta continuamente i linguaggi dell’arte contemporanea unendo materiali spesso di riciclo per raccontare il suo universo sospeso tra realtà e fantasia.

La mostra.
7 bottiglie di 4 metri diffuse in 7 diversi borghi del Chianti. Una mostra diffusa nel territorio come vetrina ad altrettante opere da scoprire nelle cantine del Gallo Nero e tra i comuni del territorio.
Inizia il viaggio e cerca le bottiglie a San Casciano V.PSan DonatoGreveRaddaCastellinaGaioleCastelnuovo Berardenga.
Gli artisti, coinvolti dal Consorzio con l’ausilio dei giovani curatori Davide Sarchioni, Fiammetta Poggi e Isacco Praxolu, formano una compagine variegata tra giovani in forte ascesa e firme già consolidate, interpreti di linguaggi e mezzi espressivi innovativi e di grande attualità. In particolare hanno prestato la loro opera: Camilla Falsini, Clet, Eliseo Sonnino, Francesco Bruni, Numero Cromatico, Thomas Lange